Shaghayegh Sharafi. Un’artista e una scrittrice collaborano.

15 Febbraio 2022

Incontro tra le opere su carta dell’artista Shaghayegh Sharafi e Il tempo del tamburo

La lettura de Il tempo del tamburo, avvenuta prima della pubblicazione del testo, ha ispirato l’artista Shaghayegh Sharafi alla creazione di opere su carta e alla copertina del libro stesso.

copertina de Il tempo del tamburo di sabina moretti

Shaghayegh Sharafi
Shaghayegh Sharafi

Le opere di Shaghayegh non sono illustrazioni del testo, sono immagini astratte nate dalla suggestione della lettura.

La scelta di accompagnare alcune immagini ad alcuni estratti del romanzo è stata mia. È molto interessante questo percorso che va dalla scrittura verso l’arte e che dall’arte torna alla scrittura. Mentre creava le sue opere Shaghayegh mi aveva detto che non erano legate a passi specifici del testo.

Infatti, sono creazioni estemporanee, nate nel suo animo dopo la parola letta. Quando mi ha inviato le foto delle sue opere, per me è stato emozionante collegarne alcune a un brano del testo.

Shagha al telefono ha sorriso e mi ha lasciata fare.

“Questo se vuoi farlo, ha detto, è compito tuo”.

Fin’ora le immagini le avevo viste solo in foto, ma l’altro giorno Shagha è venuta a trovarmi e ha portato le sue creazioni.

Foto di opera di carta dell'artista Shagahyegh Sharafi
Foto di opera di carta dell’artista Shagahyegh Sharafi

L’azzurro fa pensare a un fiume, una applicazione di verde alla foresta, matita e macchie di colore alla pietral’azzurro fa pensare a un fiume, una applicazione di verde alla foresta, matita e macchie di colore alla pietra

Foto di opera di carta dell’artista Shagahyegh Sharafi

le opere esposte a terra sul pavimentole opere esposte a terra sul pavimento
opere su carta di shaghayegh sharafi ispirate dal romanzo Il tempo del tamburo

Le ha disposte sul pavimento con infinita cura e concentrazione.

Poteva sembrare che le disponesse a caso, ma non era così. Lei stava seguendo un percorso privato, forse ripercorrendo l’ordine di creazione o un sentimento interiore di natura artistica.

Lo si vede nella foto da come le accarezza mentre le dispone.

Le ho scattato delle foto senza pensarci troppo, poi ci siamo sedute a terra vicino alle opere.

Toccare le sue opere su carta è stata una esperienza bellissima.

Sono delicate, le opere su carta, e poi non capita tutti i giorni che un artista ti permetta di toccare una sua opera!

Le sue opere su carta sono leggere e ruvide, il colore toccandolo a volte è corposo, a volte ineffabile.

Timidamente ho poggiato i polpastrelli sul loro spessore o sulla loro leggerezza ed è stato come suonare il mio violino, ma era un’opera d’arte ed è rimasta silenziosa, il suono era solo nella mia mente.

Allora ci siamo sdraiate sul pavimento, prima facendo attenzione alle opere, poi ci siamo accomodate anche sopra per toccarle con le mani e con il corpo.

Abbiamo parlato, riso e scherzato. L’arte, in ogni sua forma, fa sempre così: rende liberi.

Shaghayegh e Sabina
shaghayegh sharafi legge Il tempo del tamburo sdraiata accanto alle sue opere di carta
  • Leave a comment