Il tempo del tamburo, piccoli estratti dal testo

1 Aprile 2022
Il tempo del tamburo estratto di sabina moretti

Sono storditi dalla polvere e dai rumori.

Non hanno mai visto una montagna scavata dalle mani degli uomini.

Spaventati perdono le loro certezze.

Libro I

Gnu

…Con le orecchie oppresse da rumori spaventosi, gli occhi macerati di polvere, il respiro affaticato per la gran quantità di detriti che saturavano l’aria, avevano guardato con orrore la montagna venire fatta a pezzi, tagliata a grandi fette di pietra o scavata nelle sue viscere creando cunicoli, anfratti e caverne. I loro occhi esprimevano la sorpresa e la paura di tutti coloro che giungevano ai templi la prima volta. Stavano pensando che solo una magia poteva fare una cosa impossibile come quella. Udii che si chiedevano sottovoce se lo spirito della montagna non si sarebbe arrabbiato e vendicato di tutti loro.

Immagine dell’artista Shaghayegh Sharafi 2021

Il torrente diventa un fiume.

Gnu narra come si è trasformata la valle dei Templi.

La meraviglia e la sorpresa degli eventi della natura

Libro I

Gnu

…Trascorso un nuovo ciclo e con le piogge della fredda stagione la sorgente crebbe, il rivolo divenne un ruscello e la vegetazione prosperò rivelandone il percorso fino a valle. In tre cicli il ruscello si trasformò in un vero torrente e la vegetazione intorno divenne così rigogliosa che animali la vivevano e pesci nuotavano nelle acque. Nel raccontare agitavo la mantellina di asfodelo per scacciare un nugolo d’insetti ed infastidito mi dovetti alzare e mi avviai verso il bordo del colle…

  • Leave a comment